SPECIALE ELEZIONI 2013 – Camusso contro CasaPound: Monti ne eviti la discesa in campo

Pubblicato: 28/01/2013 in 0.0 L'altra faccia della politica - Editoriale, 1.1 dal mondo, 3.1 QUELLO CHE NON SAI...

Ma io mi chiedo: possibile che debba essere un sindacalista ad incitare (ed invitare) un Primo Ministro (benché uscente!) a prendere provvedimenti sulla questione CasaPound? A dire il vero, un invito simile non dovrebbe arrivare neanche da un politico, ma essere coscienza comune combattere la violenza ed allontanare tentativi di ripresa di oscuri periodi. A maggior ragione che la Costituzione ne dichiara reato.

Ma cosa ci vuoi fare, siamo in Italia e qui, non solo ce ne freghiamo della Costituzione, ma nemmeno facciamo qualcosa per impedirne una violazione. Ed è così che il partito neofascista per eccellenza si presenta alle elezioni!

E chi esorta le istituzioni a fermare questo scempio? La Camusso, il segretario della Cgil, forse l’ultima persona che dovrebbe preoccuparsi di politica in questi termini.

Ma possibile che a nessun italiano stiano a cuore le sorti della nostra legge fondamentale e della nostra bella Italia? Possibile che nessuno ricordi, e ci faccia ricordare, i momenti bui del ventennio fascista? E’ vero che i traumi vanno rimossi, ma è giusto, talvolta, rimembrarne l’oscenità perché possa essere monito nell’evitare che si riproponga.

I vent’anni di fascismo hanno scritto nere e meste pagine della storia del nostro Paese, segnando anni di atrocità e violenza, soprusi e fanatismi ideologici, classici di un regime, caratterizzati dalla completa abolizione dei diritti dell’essere umano e fondati sulla cancellazione della dignità degli stessi.

Non è necessario, in questa sede, ricordare (con somma tristezza) quanto fatto dal regime, né basterebbe qualche riga. E non è neanche mio intento sensibilizzare chi mi legge, poiché credo sufficiente qualche libro di storia o le tante immagini che girano (soprattutto in questi giorni) in tv e sul web.

Ciò che, invece, mi preme trasmettere è una piccola riflessione su due interrogativi: perché lo Stato non si oppone a chi guarda con ammirazione i sopradescritti anni e, invece, ne consente addirittura una candidatura? Cosa accadrebbe se avessero mai l’opportunità di occupare una poltrona in Parlamento? Aborro al solo pensiero…

Insomma, non guardiamo alla politica con gli occhi infuocati dell’incazzato col mondo. Per quanto possiamo realmente esserlo, un atteggiamento simile potrebbe solo portare a meste ed insensate conclusioni e gesti, dettati esclusivamente dalla rabbiosa voglia di cambiamento, come il correre in piazza ad ascoltare un urlatore, oppure il votare… oh mio Dio, no, non voglio neanche dirlo!!!

Di seguito l’articolo de “La Repubblica” 

Susanna Camusso: Monti intervenga su CasaPound

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...